Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy

Nonsolobirra.net 

Cel. 340.7132588 

 Email: info@nonsolobirra.net

Moreno e Alessandro homebrewers per passione

Scritto da
Categoria:
primi sui motori con e-max

 

Homebrewer, l’arte di farsi la birra in casa pratica ormai diffusa e adottata da molti aspiranti birrai… ma con quali risultati?


Alessandro e MorenoDurante una nostra visita al birrificio Mastino II di Mezzane di Sotto (Vr) in occasione di una cotta pubblica svoltasi per celebrare la settimana della birra artigianale abbiamo conosciuto Moreno Saccomani e Alessandro Montioli  due amici ventiseienni, che provengono da San Michele extra un quartiere di Verona, li tra una degustazione e un succulento piatto preparato a modo dallo staff della pizzeria la Fonte “sede del birrificio Mastino II”, ci siamo fatti raccontare la loro giovane ma intensa esperienza da homebrewers. 

Il loro battesimo birrario inizia ormai qualche estate fa per pura curiosità, utilizzando il classico kit con i preparati, dopo un paio di tentativi non essendo soddisfatti del prodotto ottenuto hanno deciso di passare allo step successivo “gli estratti o E+G”.

In loro la passione stava crescendo, cosi dopo quattro cotte l’idea di progettare e costruire un impianto per la birrificazione all-grain si stava sempre più materializzando, dopo la fase di progettazione e costruzione finalmente a gennaio l’impianto era pronto per la loro prima cotta. 

Impianto auto-costruito

Fieri ed entusiasti del loro operato ci descrivono il loro impianto che principalmente è composto da tre pentole, una per riscaldare l’acqua di sparge, l’atra utilizzata come caldaia d’ammostamento e la terza per la bollitura, per facilitare l’operazione di mash hanno motorizzato le pale e come filtro utilizzano il classico bazooka.

La loro prima cotta è un IPA, la seconda una Weizen “che approfondiremo poi”.

Nella loro produzione possiamo annotare pure un Imperial Stout e una bionda a loro detta “simpatica” prodotta per essere consumata con gli amici durante le calde giornate estive. 

La cosa che maggiormente accomuna Moreno e Alessandro è che a loro la birra piace “tosta” almeno 6%Vol, inoltre grazie a internet sono riusciti a contattare altri ragazzi del veronese uniti dalla stessa passione e una volta al mese si ritrovano presso la pizzeria la Fonte per passare una serata in compagnia e discutere della passione che gli accomuna, il tutto condito dalla presenza di Mauro e Oreste “titolari del birrificio e della pizzeria” sempre disponibili a dar loro una mano.

Per Moreno e Alessandro si sta aprendo un mondo tutto nuovo “da sempre abituati a prodotti industriali” la scoperta della birra artigianale con tutte le sue sfaccettature, la possibilità di progettare una loro birra, produrla direttamente nel garage di casa li sta appassionando sempre più.

Torniamo ora al capitolo weizen.

Premiazione concorso ritorno al passato

Questa birra ci raccontano e stata iscritta al concorso ritorno al passato , organizzato da Gianriccardo Corbo tenutosi al Pub Drunken Duck durante la settimana della birra artigianale, prodotta e inscritta per tastare le loro abilità e per mettersi in gioco, con immenso piacere e diremo pure inaspettatamente si è aggiudicata il primo posto, quindi come da regolamento sarà prodotta presso un impianto professionale e sarà la birra che andrà a prendere il posto della Power People durante l’edizione 2013 della settimana artigianale, spillata e servita nei locali che aderiranno all’iniziativa. 

“…..aspiranti birrai…. Ma con quali risultati?”

Moreno e Alessandro hanno dimostrato che con passione e costanza pure nel garage di casa si possono brassare ottime birre, per quello che li riguarda a nostra detta le capacità ci sono, la passione pure e il tempo ci dirà se i nostri due giovani “birrai” potranno dire ancora la loro.

Bravi ragazzi!  

 

 

Design by: www.diablodesign.eu