Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy

Nonsolobirra.net 

Cel. 340.7132588 

 Email: info@nonsolobirra.net

Luca Trami del birrificio F.lli. Trami

Scritto da Stefano Chiari
Categoria:
primi sui motori con e-max

 

Abbiamo intervistato Luca Trami, birraio del birrificio bresciano F.lli. Trami

 

Luca Trami

Parlaci di te:

Mi chiamo Luca Trami, (foto a sinistra) ho 35 anni e da due faccio il birraio professionista presso il mio Birrificio, che ho aperto da due anni circa in società con mio fratello Nicola.

Ho tre grandi passioni: motori, lo sci che condivido con mio fratello e la birra.

Come nasce la tua passione per la birra?

La mia passione per la birra nasce circa 10 anni fa, quando mio fratello mi regalò un kit per produrre birra in casa. Fatta la mia prima cotta (anche se con malto preparato) e riscontrato il mio primo successo con amici e parenti, è partita una vera e propria dipendenza alla produzione birraia.

Il passaggio da malti preparati a “grani” è stata praticamente immediata, la produzione non era costante, impegni lavorativi e temperature climatiche estreme hanno fatto si che “l'impiantino” restasse spesso fermo.

La mie birre preferite da produrre erano le “Belghe” tipo triple e double, anche se il mio stile preferito è “Pilsner”, ma l' attrezzatura a disposizione non mi consentiva di produrne di ottime.

Nicola e Luca Trami

Perché e quando hai aperto il birrificio?

Dopo parecchi anni di produzione casalinga, nella testa mi balenava sempre l' idea o sogno di aprire un birrificio artigianale, ma l'attaccamento al “vecchio lavoro” mi ha sempre dissuaso dal farlo.

Poi, nel 2008 la grande crisi, l'attaccamento al lavoro svanisce e l'idea di avere un birrificio si fa sempre più forte, interpello mio fratello, grande appassionato anche lui di birre e compagno saltuario di cotte, per sentire cosa ne pensasse dell' idea di aprire un microbirrificio assieme.

Non c'è voluto molto a convincerlo, e così dopo un anno di studi e indagini di mercato, il grande passo, il 09 Febbraio del 2010 fondiamo la società “BIRRIFICIO F.LLI TRAMI srl” e dopo mesi di calvari burocratici e tecnici, il 27 Settembre del 2010 la prima cotta, una PILS, la mia preferita, poi subito una “BOCK”, non stavamo più nella pelle, assaggiavamo le birre tutti i giorni direttamente dai serbatoi di fermentazione prima e di maturazione poi, fino al giorno della presentazione.

Il giorno dell' inaugurazione eravamo tesissimi, un anno e più di preparazione, e non sapevamo cosa ci aspettasse, ma il prodotto valido, il carisma mio e di mio fratello, la passione trasmessa ai clienti hanno fatto il successo del nostro birrificio, che dopo due anni, ancora è in crescendo.

Lo rifaresti?

Tanti ci chiedono se rifaremmo questa avventura, e noi rispondiamo con un sorriso stampato in faccia “SI”.

Birrificio?

Il birrificio è composto da una sala cottura da 10Hl della “Velo” ed una cantina da 200Hl suddivisa in 4 fermentatori da 20Hl l'uno e 6 maturatori della medesima capacità entrambi “custom-made” della “Errebi steel”. Il primo anno abbiamo prodotto circa 800Hl, quest'anno supereremo abbondantemente i 1000Hl.

Non abbiamo un punto di mescita, ma la degustazione anche guidata è rigorosamente libera e gradita.

La tua produzione?

Produciamo 9 tipi di birre:

PERSEK: classica pils in stile tedesco ben luppolata e limpida da 4,5°, prodotta tutto l'anno.

GRAN RISA: Bock ben luppolata, birra rossa complessa al naso e in bocca nonostante la bassa fermentazione 6,4° prodotta tutto l'anno.

COL DE SERF: Classica Weizen da 5° prodotta tutto l'anno.

3-TRE: Triple in perfetto stile belga, birra corposa e aromatica, con la giusta nota etilica, facile da bere nonostante la gradazione 7,5°, prodotta tutto l'anno.

SASLONG: Porter, nera “beverina” ma dall'olfatto e aroma complesso e intenso, ben luppolata, 5,5°, prodotta tutto l'anno.

GROSTE': Bruna in stile belga, un'esplosione di profumi e aromi 8,5° prodotta in autunno e inverno.

BLEIS: India Pale Ale, grandi profumi con note di maltate e di caramello, amaro non estremo ma delicato e persistente, 5,4° prodotta in primavera ed estate.

STREIF 2011: Birra di Natale riserva 2011, bruna scura, rifermentata al miele, complessa e corposa, una vera bomba di aromi e sapori, base dolce ispirata alle belghe, 9,8° prodotta in serie limitata per il natale 2011, ancora disponibile.

STREIF 2012: ??? ancora da scoprire...12° prodotta per il Natale di quest' anno.

Il tuo cavallo di battaglia?

Il nostro cavallo di battaglia è senza ombra di dubbio la PERSEK, la nostra Pils, birra non sempre apprezzata dal pubblico e non sempre capita, sono in pochi i veri conoscitori dello stile.

Le più amate dai nostri clienti sono la COL DE SERF, e la 3-TRE. Sono molte le birre che vorrei fare, ma 7 stili son già tanti da far girare.

C’è una birra che non hai mai prodotto ma la vorresti tanto fare?

Che mi piacerebbe produrre in assoluto, oltre quelle che già produciamo, è un' affumicata in stile Scozzese, biondo oro, relativamente secca e alcolica, dalle note affumicate che si intrecciano con un floreale e fruttato dato dagli esteri di lieviti Inglesi, buon corpo ed un maltato accentuato da circa 7-8°. Anche una “lambic” mi piacerebbe produrre, ma son stili per veri intenditori e difficili da vendere, oltre che da fare, infatti richiedono attrezzature ed esperienza come nessun altra.

C’è una birra che hai assaggiato prodotta da altri che ti ha fatto esclamare perché non l’ho fatta io?

C'è proprio una birra prodotta da colleghi a fermentazione spontanea (lambic framboise)aromatizzata alla frutta che avrei voluto produrre io.

Cosa ne pensi della forte espansione della birra artigianale in Italia?

Concludendo, penso e sosterrò sempre, che la birra artigianale è un prodotto fantastico, vario ed intrigante, è sta avendo un “boom” in Italia incredibile negli ultimi anni, dovuto principalmente al gran lavoro fatto dai birrai e dai birrifici nel espandere il più possibile la cultura della buona birra nel paese del buon vino. I birrifici nuovi stanno nascendo a velocità esponenziale, ma la richiesta, fortunatamente corre ancora più veloce.

Progetti futuri?

Non pensiamo ancora a progetti per il futuro, stiamo ancora mettendo a fuoco il lavoro del presente, ma a breve, si ha intenzione di creare un piccolo angolo di mescita.

Sogno nel cassetto?

Il mio sogno nel cassetto, è quello di realizzare un “steak house” in centro a Brescia, con produzione propria di birra, un impianto modesto, dove produrre un' infinità di birre distribuite solo ed esclusivamente all' interno del locale, birre sempre diverse, per dar spazio alla mia fantasia e creatività birraia, giocando all'infinito con pietanze abbinate alla birra.

 

 

Design by: www.diablodesign.eu