Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy

Nonsolobirra.net 

Cel. 340.7132588 

 Email: info@nonsolobirra.net

Birrificio Math la presentazione

Scritto da
Categoria:
primi sui motori con e-max

Il birrificio Math una nuova piccola realtà Toscana si trova in provincia di Firenze, e precisamente a Tavarnelle val di Pesa, in via Del Fabbro 13, ha aperto i battenti nel 2011.

L'idea è nata un bel pò di tempo fà, l'intento era quello di creare una rete locale, anche se da subito la richiesta maggiore non era derivata dai "locali" ma bensi' da fuori.

Il suo nome deriva dal suo birraio Mathieu Ferrè, figlio di un cantautore francese che nel 1969 si trasferì in Italia e di madre “spagnola” titolare di un’ azienda vinicola. 

Mathieu ha un passato da homebrewers come tanti suoi colleghi, che però personalmente non considera come suo campo di formazione brassicola privilegiato, Mathieu afferma di aver carpito i segreti del mestiere da quattro birrai belgi dove spesso si reca anche per fiere vinicole conosciuti in passato;

Didier della Brasseria du Flo; Dany della Fantome ; Josè de La Botteresse de Sur-les-Bois e Pièrre di Les 3 Fourquets (ex Achouffe)

Cosi lavorando un pò con loro (eccetto Pièrre a cui rende solo qualche visita), si è reso conto dei molteplici aspetti della birrificazione anche se le idee le aveva ben chiare fin dal principio.

In birrificio Mathieu è aiutato dalla moglie Manola "anche se ci dice che fà quasi tutto lui"

Attualmente il Birrificio Math produce quattro birre.

La 70 Una Belgian Ale 7%Vol

La 68 Una Blanche 5%Vol

La 27 Una Dry Stout 4.8%Vol

La 16 Una birra che rientra nella categoria Spice-Herb-Vegetable 7%Vol, un ambrata ai fiori di gelsomino.

Le birre sono disponibili in loco.  

Mathieu ci racconta che ovviamente il passaggio da un impianto auto-costruito da 110Lt "dove le ricette sono state create" ad un impianto professionale da 1000Lt ha comportato notevoli variabili e problemi, quindi il birrificio sta ancora attraversando "siamo alle prime cotte" il periodo di adattamento tra i due impianti, le sue birre ci riferisce sono da affinare la 68 "la blance" è quella che maggiormente si avvicina alla birra voluta, mentre per le altre si sta ancora lavorando.

Il tempo e la costanza certamete premierà Mathieu


 

 

Design by: www.diablodesign.eu