Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy

Nonsolobirra.net 

Cel. 340.7132588 

 Email: info@nonsolobirra.net

Dalla farmaceutica al birrificio “Adda”

Scritto da Fonte esterna
Categoria:
primi sui motori con e-max

Il Birrificio Adda a Brembate (Bg) è l’ultimo in ordine di tempo a presentarsi sul mercato in provincia di Bergamo. Al momento vengono prodotte quattro tipologie di birra: Supernova, Aurora, Kimah, Red Shift

Adda staffL'idea imprenditoriale del Birrificio Adda nasce a Brembate, in provincia di Bergamo, per iniziativa di quattro appassionati di buona birra, affascinati dalla crescente proposta di birre artigianali.

I quattro soci in foto (Andrea Tesei, Gianluca Bonalumi, Aldo Cavenago e Roberto Cassanmagnago, tutti nati all'inizio degli anni Settanta) si sono conosciuti quasi venti anni fa lavorando nella stessa multinazionale farmaceutica, nella quale hanno ricoperto diversi ruoli, acquisendo in tal modo esperienze e competenze complementari, che oggi si rivelano preziose in questa avventura imprenditoriale.

Nel progetto del birrificio c’è il loro know how.

La passione per la birra artigianale che lega questi soci “homebrewers” è stata coltivata negli anni con la frequentazione di brewpub alla ricerca delle birre più interessanti sul mercato, il che ha portato a una approfondita conoscenza del prodotto birra artigianale in Italia. L’interesse è cresciuto nel tempo, come la voglia di proporre al mercato la propria “brew”.

«Nostro obiettivo - affermano - è introdurre sul mercato un prodotto artigianale capace di distinguersi per qualità e immagine, con l’intento di contribuire alla svolta culturale già in atto, che sta portando a preferire il consumo delle birre artigianali rispetto a quelle industriali. Il nostro prodotto è disponibile da novembre alla vendita al dettaglio in birrificio e stiamo approcciando la distribuzione in beershop, pub, bar, pizzerie e ristoranti. Prevediamo di aggredire nel tempo anche il mercato della media e grande distribuzione».

«Siamo consapevoli - continuano i soci - del fatto che tale ambizioso obiettivo richiede tempo e investimenti, non solo nella produzione di birre eccellenti, ma anche in comunicazione e promozione. Vogliamo proporre un prodotto di qualità per rispondere alla domanda sempre crescente di una birra artigianale, che non è una semplice bibita capace di dissetare, piuttosto un’esperienza di sapori, profumi e gusti. La produzione stimata per il primo anno sarà di circa 150 ettolitri».

La gamma delle tipologie di birra offerte si andrà ampliando nel corso dei mesi. Al momento vengono prodotte quattro tipologie: Supernova (American Pale Ale - Apa); Aurora (Kellerbier); Kimah (India Pale Ale - Ipa); Red Shift (Dunkel).

Le sperimentazioni sono continue. Il birrificio Adda dispone anche di un impianto pilota per prove tecniche di messa a punto delle ricette per le prossime birre. L’obiettivo è un portafoglio di almeno una decina di tipologie di birra.

Il Birrificio Adda è l’ultimo in ordine di tempo a presentarsi sul mercato in provincia di Bergamo. Tra birrifici artigianali e “beer firm” (hanno etichette proprie ma la birra viene prodotta in impianti di altri) in Bergamasca le aziende del settore sono ormai una ventina.

 

Fonte: Italia a Tavola articolo di Roberto Vitali

 

Commenti   

0 # Loris 2016-04-02 17:48
Bell' articolo complimenti a questi giovani
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Design by: www.diablodesign.eu